Luciano Contro
Biografia                                                                                        Guarda le sue opere

E' nato a Donada l'1 aprile 1948. Autodidatta. L'innata passione per l'arte lo portò a seguire lo studio di un pittore, conoscente ed amico. Poi si accorse che doveva isolarsi, lavorare da solo, per scavare nel profondo dell'animo. Ecco, quindi la sua invenzione, la sua introspezione interiore, che lo accompagna e lo spinge a nuove ed inspirate ricerche. Il paesaggio e la figura spesseggiano nelle sue tele: il richiamo coloristico tende al chiaroscuro, con alcune variegature vivaci.  La tematica si dirada nell'ambiente e nei ricordi della sua terra: un Polesine, denso di lacustri e di angore. Poi case, embrici, crocevie, che si sfrangiano nell'orizzonte come fossili sazi d'atomo e di letargo. Poi non sai se questo dispiegarsi delle cose semplici, abituali, senza utopia, tende ad una suggestione sofferta, o ad un mito liricizzante la realtà. L'artista è pago della sua ricerca, che preserva le cose dall'alterità delle forme e dall'edacità del tempo: quindi una manifestazione strutturale e presente, che ha compassione per l'uomo e per i suoi conati di redenzione, per i suoi itinerari anche angosciosi o devianti. Intendo dire quel particolare rapporto che egli instaura con la terra e con l'uomo, con i giorni del dolore e della speranza, in una visione attrita di liberazione, di umiltà, di sincerità, di comunicazione e di donazione per gli altri, pure nel riserbo e pudico sentore di sè. Il tema della sopraffazione, della prova, della ricerca e del dolore, del non - ancora dell'uomo lo pone in una attesa fiduciosa, nella speranza di superare e liricizzare ancora la semplice esperienza visiva del reale.
- Giuliano Gennaro -

Critica


Vi sono quadri che ricchi di pochi e radi segni sono ottimo specchio di golene e di case diroccate che narrano il loro naturale ed antico splendore con un'eleganza e signorilità degne della mano di un artista smaliziato ed avvezzo ad ogni tecnica e ad ogni sotterfugio pittorico.
Luciano Contro narra la terra polesana perchè vi è nato e giorno dopo giorno è vissuto a contatto con i suoi elementi cercandone una soluzione. Ecco pertanto che i colori velati e quasi intrisi delle nebbie dell'inverno e della tristezza degli addii sono i limiti espressivi ma anche l'apice della poesia che ogni tela sa intonare. E' un canto, infatti, quello che da ogni quadro esce e che ognuno in cuor suo capisce e la cui decodificazione è lineare e semplice.
- Paolo Forzato -
Dalle timide, prime apparizioni pubbliche di Luciano Contro, dalle sue prime tele, che, sebbene scarne, già in embrione contenevano afflati artistici, ad oggi, di tempo ne è trascorso. E il tempo e l'esperienza hanno scavato a fondo nell'animo di questo artista, eliminando tutti gli aspetti esteriori e deleteri della sua arte, affinando nel contempo tutto quello che in lui era, una volta, grezzo. In Contro pittore ho sempre creduto. Certamente prenderà il posto di qualche "mostro sacro" della pittura polesana.
- Gianpaolo Tiengo -

Mostre e Concorsi

Ha partecipato a mostre e concorsi in sede nazionale, ottenendo premi e riconoscimenti.
Si segnalano: Agna, Camin, Loreo, Lendinara, Bovolenta, Selvazzano, Sottomarina, Serravalle (FE).
Ha allestito personali e partecipato a collettive a:
Galleria l'Incontro - Rovigo;
Comune di Donada (RO) ;
Rosolina Mare (RO) ;
Comune di Rovigo;
Comune di Villadose (RO) ;
Comune di Contarina (RO) ;
Comune di Taglio di Po (RO) ;
Comune di Porto Tolle (RO) ;
Galleria Cordella - Adria (RO) .

Contatti
Luciano Contro    via Negrelli, 7 45014 Porto Viro (RO) tel. 0426.320027

 

 

Torna alla categoria"

Home ::: Chi Siamo ::: Soci ::: Eventi ::: Immagini ::: Rassegna Stampa ::: Biografia Artisti ::: Galleria Artisti ::: Progetti ::: Archivio ::: Statuto ::: Dove Siamo ::: Contatti ::: Blog ::: Libro Ospiti

Sitonline Plus di Euweb.it